1.2 – Artigianato

Azione 2 – Intervento 1.2

“Investimenti funzionali al consolidamento e alla qualificazione dei sistemi artigianali e manifatturieri di qualità attraverso il sostegno alle strutture produttive esistenti e alla realizzazione di nuovi laboratori”

Download scheda di sintesi intervento

 

———Scheda intervento——–


Premessa


Nell’area TDM le produzioni artigianali e manifatturiere svolgono un ruolo rilevante in quanto espressione dell’identità locale. L’analisi di contesto mostra la presenza di maestranze artigiane di qualità che rappresentano un alto potenziale di tenuta delle comunità locali e che può offrire opportunità occupazionali ai giovani.

Se in passato la lavorazione era praticata al fine di realizzare l’oggettistica necessaria per la vita quotidiana, oggi si stanno affermando nuovi modelli di “contaminazione” intersettoriale all’interno delle botteghe artigiane. Sempre di più sono evidenti le collaborazioni tra le maestranze e altre professionalità dal background formato in settori differenti, come ad esempio quello dell’architettura, dell’ingegneria e del design.

La tutela e l’incentivazione delle attività artigianali, soprattutto in un periodo di crisi occupazionale, rappresentano, pertanto, un occasioni concrete per giovani e adulti disoccupati al fine di creare nuova occupazione o implementare quella esistente ed inoltre contribuisce al recupero dell’identità locale.

Tale identità non deve essere pensata in chiave museale, nel senso del “come eravamo”; al contrario, nello Smart Land l’identità viene espressa sul come possiamo e vogliamo essere nel futuro.


Obiettivi


L’intervento si prefigge di sostenere la creazione e/o lo sviluppo di PMI artigianali tipiche e artistiche, anche a supporto del settore turistico che intendano operarare nei settori previsti nella scheda della SSL TDM e nel paragrafo “beneficari”.


Beneficari


PMI artigianali di nuova costituzione o già esistenti iscritte alla CCIAA sezione artigiani, che operino o intendano operare nei seguenti settori dell’artigianato:

  • lavorazione di cartapesta;
  • terrecotte e ceramiche artistico-tradizionali;
  • lavorazione di cuoio e/o altri pellami;
  • tessitura e ricamo;
  • lavorazione del legno;
  • lavorazione di materiale di origine vegetale;
  • lavorazione del ferro battuto;
  • lavorazione della pietra;
  • sartoria e abbigliamento su misura;
  • lavorazione del vetro;
  • fabbricazione di bigiotteria: anelli, braccialetti, collane e articoli di gioielleria simili;
  • fabbricazione e riparazione di strumenti musicali;
  • produzione di paste alimentari e di prodotti farinacei simili;
  • produzione di prodotti di panetteria e pasticceria freschi;
  • produzione di confetti e dolciumi a base di zucchero: caramelle, confetti aromatici, torroni, caramelle fondenti, cioccolato bianco.
  • lavorazione dolciaria di frutta, frutta in guscio, scorze di frutta ed altre parti di piante
  • produzione di pasti e piatti pronti a base di vegetali, pesce e pasta locali.
  • produzione di derivati del latte quali formaggi, yogurt e gelati;
  • produzione di bevande alcoliche distillate e di liquori ottenuti per infusione di vegetali nel distillato;

I beneficiari d’intervento dovranno aderire alla “Carta dei Servizi turistici di qualità Terra dei Messapi” partecipando attivamente alle attività organizzate dal GAL.

Le PMI, qualora non fossero già costituite al momento della presentazione della domanda di sostegno, dovranno costituirsi, entro e non oltre 30 gg dalla pubblicazione della graduatoria sul BURP e comunque prima della concessione del sostegno, pena la decadenza.


Quali investimenti realizzare


Spese Ammissibili

In conformità all’articolo 45 del Reg. (UE) n.1305/2013 sono ammissibili le spese riguardanti:

  1. costi di ristrutturazione, adeguamento ed ampliamento dei locali da destinare all’attività di impresa per la creazione, l’ammodernamento, il potenziamento e l’ampliamento delle attività;
  2. acquisto o leasing di nuovi macchinari, impianti e attrezzature fino a copertura del valore di mercato del bene;
  3. i seguenti investimenti immateriali: acquisizione o sviluppo di programmi informatici strettamente legati all’espletamento dell’attività oggetto di intervento e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore, marchi commerciali;
  4. spese generali: fino a un massimo del 12% della spesa ammessa a finanziamento

L’eleggibilità delle spese di cui sopra decorre dalla data di presentazione della DdS, ad eccezione di quelle propedeutiche alla presentazione della stessa (progettazione, acquisizione autorizzazioni, ecc.) che decorrono dalla data di pubblicazione dell’Avviso sul BURP.

Spese NON Ammissibili

  • gli investimenti di mera sostituzione ovvero il semplice cambiamento di un bene strumentale;
  • l’acquisto di beni e di materiale usato;
  • interventi e/o beni realizzati e servizi acquistati in data antecedente alla presentazione della DdS;
  • l’ammodernamento/ampliamento di fabbricati da destinare ad uso diverso da quelli previsti dall’intervento 1.2;
  • i beni non durevoli, quali ad esempio i materiali di consumo a ciclo breve;
  • interessi passivi, ad eccezione di quelli relativi a sovvenzioni concesse sotto forma di abbuono d’interessi o di un bonifico sulla commissione di garanzia;
  • l’acquisto di terreni non edificati e di terreni edificati per un importo superiore al 10% della spesa totale ammissibile dell’operazione considerata;
  • imposta sul valore aggiunto (IVA) salvo nei casi in cui non sia recuperabile;

Risorse e intesità dell’aiuto


La dotazione totale dell’intervento è di € 400.000,00. Ciascuna proposta progettuale dovrà preedere un costo totale non inferiore a 10.000,00 euro e non superiore a 50.000,00.

L’aiuto pubblico è concesso sotto forma di contributo in conto capitale sulle spese sostenute e ammissibili con un’aliquota pari al 50%.


note


Le informazioni presenti in questa scheda hanno uno scopo meramente informativo. Invitiamo tutte le persone interessate a prendere visione del bando e di tutta la documentazione allegata nella sezione bandi del presente sito. Consigliamo tutti gli interessati ad iscriversi al servizio di newsletter e seguire la comunicazione ufficiale sul sito web www.terradeimessapi.it e sui canali social media.

A titolo esemplificativo