Avviso promozione delle pari opportunità

Il

12

giugno


Avviso promozione delle pari opportunità nel campo dell’impresa privata, dell’arte, della cultura e dello sport a favore delle persone con Disabilità

 

Il GAL informa che il Dipartimento per le pari opportunità ha pubblicato  nella sezione bandi e avvisi il testo dell’Avviso per il finanziamento di interventi per la “promozione delle pari opportunità nel campo dell’impresa privata, dell’arte, della cultura e dello sport a favore delle persone con Disabilità”. Di seguito una scheda riassuntiva:

 

Obiettivi Il Dipartimento delle pari opportunità promuove e sostiene l’organizzazione di iniziative specifiche per l’affermazione delle pari opportunità delle persone con disabilità, individuando nella iniziativa di impresa, nella pratica artistica, culturale e sportiva un ambito di intervento rilevante ed efficace per rendere concreto il diritto delle persone con disabilità a coltivare il proprio sviluppo individuale e relazionale.
Ambiti di intervento Linea 1 – Interventi finalizzati alla affermazione delle pari opportunità per le persone con disabilità nel lavoro e nell’impresa, prioritariamente a carattere sociale, e/o start up innovative (a titolo esemplificativo e non esaustivo: nelle imprese anche no profit, nelle cooperative sociali, nelle università, nelle scuole e nelle istituzioni di promozione della cultura);

Linea 2 – Interventi finalizzati alla affermazione delle pari opportunità per le persone con disabilità nel campo dell’arte e della cultura (a titolo esemplificativo e non esaustivo: nelle discipline musicali, della danza, della letteratura, della cultura, del teatro, del cinema, della pittura, della scultura);

Linea 3 – Interventi finalizzati alla affermazione delle pari opportunità per le persone con disabilità nel campo dello sport (a titolo esemplificativo e non esaustivo: nelle discipline di cura e sviluppo delle risorse psico – fisiche, nelle discipline agonistiche a squadra o individuali).

Contenuti degli interventi Ciascuna proposta progettuale dovrà coinvolgere almeno 10 (dieci) persone con disabilità. I progetti ammessi dovranno avere una durata massima di 12 mesi a decorrere dalla data dell’atto di concessione del finanziamento
Beneficiari 1) le organizzazioni di volontariato (di cui alla legge 11 agosto 1991, n. 266);
2) le cooperative sociali (di cui alla legge 8 novembre 1991, n. 381);
3) gli enti di promozione sociale (di cui alla legge 7 dicembre 2000, n. 383);
4) gli enti ecclesiastici;
5) le Fondazioni, gli enti morali e le associazioni culturali la cui ordinaria attività e le cui finalità istituzionali non siano incompatibili con le finalità del presente bando;
6) Università, enti di ricerca, scuole;
7) imprese nel settore dei servizi sociali, assistenziali e/o sanitari;
8) operatori economici di altri settori.
I soggetti sopra indicati possono partecipare singolarmente o in forma associata (ATI/ATS). Ogni soggetto, singolo o associato anche in rete, potrà presentare, pena l’inammissibilità delle relative domande, un solo progetto, indicando a quale delle tre linee di azione si riferisce (il progetto può essere riferito ad una sola linea di azione).
Termine e modalità di partecipazione I soggetti proponenti dovranno presentare i progetti utilizzando unicamente la modulistica disponibile sul sito internet www.pariopportunita.gov.it. Le domande dovranno essere inviate alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le pari opportunità esclusivamente per mezzo di posta elettronica certificata all’indirizzo pariopportunita@mailbox.governo.it, a partire dal 12 giugno 2017 ed entro e non oltre il 14 luglio 2017.
Intensità dell’aiuto Le risorse programmate previste sono pari ad € 3.000.000,00 di cui € 1.000.000,00 per ciascuna delle 3 linee di azione come indicato all’art. 2 dell’avviso. Il contributo del Dipartimento per le Pari opportunità può al massimo essere pari all’80% del costo totale previsto per la realizzazione della proposta progettuale presentata. Il proponente, pertanto, dovrà garantire un cofinanziamento almeno pari al 20% del costo totale.

Il contributo massimo richiedibile per ciascun progetto non potrà comunque superare l’importo di euro 250.000,00.

Ulteriori Info e documentazione Per approfondimento le informazioni sono disponibili sul sito internet www.pariopportunita.gov.it.

 


←  Indietro