Sostegno alle zone di pesca. Primo incontro a Campo di Mare

Il

28

dicembre


Piazzale panoramico, Campo di Mare,

Partono gli interventi per il “Sostegno alle zone di pesca del Gruppo di Azione Locale Terra dei Messapi”. Primo appuntamento a Campo di Mare.

La Rete degli operatori aderenti alla Carta dei Servizi Turistici rurali di qualità del GAL Terra dei Messapi abbraccia un’altra rete, quella dei pescatori. Il progetto, denominato appunto “La rete nella rete” rappresenta le due anime di uno stesso territorio che intende riscoprire, oltre alla propria tradizione contadina anche quella costiera legata alla pesca artigianale. Il punto di partenza tracciato dal GAL nel fascicolo di progetto per questi interventi a sostegno delle zone di pesca, è rappresentato dalle comunità dei pescatori e dalle Pubbliche Amministrazioni dei Comuni di Torchiarolo e di San Pietro Vernotico. Proprio quest’ultima ha fatto parlare di sé grazie alla brillante iniziativa della locale associazione artigiani e commercianti che ha colorato le vetrine e riempito le strade della Città con i testi delle più celebri canzoni di Domenico Modugno. Proprio “Mr. Volare”, cittadino emerito, nelle sue canzoni ha narrato, lasciando inciso per sempre nella memoria di tutti, le tradizioni contadine ma anche alcune storie di mare, vestite da metafore.

Giovedì 28 dicembre 2018 alle ore 10.00, il GAL incontra i pescatori in un primo appuntamento presso il Piazzale panoramico a Campo di Mare (marina di San Pietro Vernotico), in collaborazione le Amministrazioni Comunali, per illustrare gli step e i contenuti del progetto realizzato in base a quanto disposto dall’articolo 57 della Legge Regionale numero 67 del 29 dicembre 2017, resa operativa dalla firma dell’atto regionale n. 231 del 3 dicembre 2018.

 

 

Il GAL avvierà entro i primi mesi del 2019 le attività di animazione e supporto tecnico, tese a ricercare, informare ed avvicinare i potenziali beneficiari alle misure di sostegno previste nel progetto e a sensibilizzare cittadini, istituzioni, turisti, operatori della pesca e ristoratori, stimolando anche i giovani in età scolare ad assumere corretti stili di vita, rispettosi dell’habitat marino e costiero. Il GAL in questo modo assume un nuovo ruolo, il nuovo ruolo del GAL come mediatore che avvicina il mondo del mare (costa) a quello interno della campagna (entroterra). Il programma affianca alle azioni a titolarità (a regia diretta) del GAL, consistenti risorse per gli interventi a regia (a bando) finalizzati a “qualificare i luoghi di pesca per migliorare la fruibilità dei luoghi” (Azione 2.A), “qualificare i luoghi di produzione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti ittici” (Azione 2.B), “migliorare il patrimonio ambientale delle zone di pesca attraverso il conferimento dei rifiuti raccolti durante l’attività” (Azione 3.A) e “promuovere la diversificazione delle produzioni ittiche e delle attività di pesca” (Azione 4.A).

I lavori saranno introdotti dai saluti istituzionali del Sindaco di San Pietro Vernotico, Pasquale Rizzo, dall’assessore con delega al GAL, Antonella De Matteis, e dal Presidente del GAL Sergio Botrugno.

Mappa non disponibile

←  Indietro