ARTHAS. gli interventi a sostegno dell’imprenditoria e dell’identità del territorio

Il

4

ottobre


Cresce l’attesa per la presentazione di ARTHAS il Piano di Azione Locale (PAL) 2020 Terra dei Messapi .

Fino ad oggi lo staff non ha mai smesso di ascoltare tutti gli operatori territoriali alla ricerca di cofinanziamenti utili ad attivare investimenti sul nostro territorio. È arrivato finalmente il momento di presentare ARTHAS, il PAL 2014/2020.

Perchè questo nome: Arthas?

Questo titolo conferisce al documento carattere di radicalizzazione nella cultura e nella storia del territorio ma sempre al passo con l’innovazione e lo sviluppo. Intitolare la Strategia di Sviluppo Locale (nota anche come SSL) con il nome del famoso sovrano messapico è stata una scelta motivata dalla riconosciuta capacità dialettica e diplomatica attribuita ad Arthas. Egli fu in grado di unire, sotto un’unica bandiera, quella messapica appunto, l’intero Salento. Potremmo definire Arthas un precursore dell’approccio LEADER con alla base una naturale vocazione per la creazione di reti sociali ed economiche, grazie alla sua politica moderna ed inclusiva.”

Come si possono avere maggiori informazioni sul PAL?

Proprio attraverso il metodo LEADER, il quale prevede un approccio allo sviluppo locale di tipo partecipativo (bottom-up), il GAL Terra dei Messapi si prepara ad una nuova attività di animazione sul territorio che lo vedrà impegnato nelle prossime settimane con azioni di informazione e animazione integrate alternate ad incontri territoriali. L’obiettivo è quello di coinvolgere il più alto numero di operatori territoriali per trovare i giusti beneficiari per gli interventi del Piano di Azione Locale. Sviluppo delle filiere agroalimentari e turismo sostenibile. Questi i due temi su cui si sviluppano gli interventi finanziati dal GAL Terra dei Messapi tramite il PSR Puglia.

Grazie al Piano di Azione Locale il territorio , in 5 anni, di risorse pubbliche pari a 4 milioni di euro.

Quali linee di intervento prevede?

  • il sostegno alle produzioni legate alla trasformazione e il commercio di prodotti derivanti dalle filiere locali;
  • la qualificazione dell’offerta turistica attraverso servizi innovativi;
  • l’incremento delle conoscenze del capitale umano;
  • lo sviluppo di strumenti di comunicazione per una fruizione integrata di tutto il territorio;
  • interventi tesi a tutelare e valorizzare l’identità territoriale.

Visto l’indiscusso successo degli incontri da cui la Strategia ha mosso i suoi primi passi, i prossimi 8 appuntamenti saranno intitolati “Giornate Rurali”.

Il programma

  1.  LUN. 8 – Cellino San Marco presso “Sala XXV Aprile” alle 17.30
  2. MAR. 16 – Torchiarolo (Aula consiliare) alle 17.30
  3. GIO. 18 – Francavilla Fontana (Castello Imperiali) alle 18.00
  4. LUN. 22 – San Pietro V.co (Aula consiliare) alle 17.30
  5. MER. 24 – Latiano (Polo museale) alle 17.30
  6. VEN 26 – San Donaci (Aula consiliare) alle 17.30
  7. LUN. 29 – San Pancrazio S.no (Aula consiliare) alle 17.30
  8. MER 31 – Mesagne (Salone GAL) alle 17.30


←  Indietro