Bando ISI INAIL 2017

Il

19

aprile


Bando ISI INAIL 2017: cos’è, come funziona, domanda contributi finanziamenti

Che cos’è il Bando ISI?

Il bando ISI INAIL, sono contributivi, incentivi che l’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul lavoro eroga alle imprese iscritte alla Camera di Commercio attraverso il bando ISI INAIL.

Quest’anno l’INAIL ha provveduto a rinnovare l’impegno, mettendo a disposizione delle imprese interessate, un budget pari a 249.406.358,00 euro di contributi sotto forma di finanziamenti a fondo perduto suddivisi in 5 Assi di finanziamento, differenziati in base ai destinatari e secondo le modalità di cui all’Avviso pubblico ISI 2017.

Ogni regione d’Italia, ha il suo budget ripartita sulla base di avvisi regionali contributi INAIL dedicati, pubblicati sempre sul sito INAIL.

Per la Regione Puglia il budget è pari a complessivi 10.053.798,00 Euro, suddivisi nei seguenti 5 Assi:

  1. Progetti di investimento (Asse di finanziamento 1)
  2. Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (Asse di finanziamento 1)
  3. Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC) (Asse di finanziamento 2)
  4. Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto (Asse di finanziamento 3)
  5. Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (Asse di finanziamento 4) – che svolgono attività classificate con uno dei seguenti codici ATECO 2007: C16, C23.2, C23.3, C23.4
  6. Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli (Asse di finanziamento 5- sub Assi 5.1 e 5.2).

Le risorse sono quindi assegnate alle imprese fino ad esaurimento del budget regionale, in ordine cronologico, per questo è importante inviare la domanda il prima possibile.

Quali sono gli obiettivi del bando?

-incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro;

-incentivare le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

Quali sono i progetti finanziabili?

Progetti finanziabili Asse di finanziamento Tipologie di intervento  e spese ammissibili, parametri e punteggi
1. Progetti di investimento  1 Allegato 1 del bando
2. Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale  1 Allegato 2 del bando
3. Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (MMC)  2 Allegato 3 del bando
4. Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto 3 Allegato 4 del bando
5. Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (operanti nei settori del legno e della ceramica) 4 Allegato 5 del bando
6. Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli 5 Allegato 6 del bando

 

I soggetti destinatari possono presentare una sola domanda di finanziamento in una sola Regione o Provincia Autonoma, per una sola tipologia di progetto tra quelle sopra indicate riguardante una sola unità produttiva

Quali sono i soggetti destinatari dei finanziamenti?

Asse di finanziamento Progetti Soggetti destinatari
Asse 1 1. Progetti di investimento Imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte al Registro delle imprese o all’Albo delle imprese artigiane, in possesso dei requisiti di cui all’articolo 7 del bando
2. Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale
Asse 2 3. Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (MMC) -Imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte al Registro delle Imprese o all’Albo delle imprese artigiane, in possesso dei requisiti di cui all’articolo 7 del bando;

-Enti del terzo settore, ai sensi del d.lgs. n.117/2017, in possesso dei requisiti di cui all’art 7 del bando e iscritti nel Registro unico nazionale del Terzo settore ai sensi del d.lgs. n.117/2017

Asse 3 4. Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto Imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte al Registro delle imprese o all’Albo delle imprese artigiane, in possesso dei requisiti di cui all’articolo 7 del Bando
Asse 4 5. Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (operanti nei settori del legno e della ceramica) Soggetti destinatari dei finanziamenti sono esclusivamente le micro e piccole imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura, in possesso dei requisiti di cui all’art. 7 del bando, che svolgono attività classificate con uno dei seguenti codici ATECO 2007: C16, C23.2, C23.3, C23.4
Asse 5 6. Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli I soggetti destinatari dei finanziamenti sono esclusivamente le micro e piccole imprese, operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli, iscritte nella sezione speciale (Imprenditori agricoli, Coltivatori diretti, Imprese agricole) del Registro delle Imprese o all’Albo delle società cooperative di lavoro agricolo, in possesso dei requisiti di cui all’art. 7 del bando, della qualifica di imprenditore agricolo di cui all’articolo 2135 del codice civile e titolari di partita IVA in campo agricolo.

 

Requisiti e condizioni di ammissibilità

Tra i requisiti di ammissibilità sono previsti:

-avere attiva nel territorio di questa Regione/Provincia autonoma l’unità produttiva per la quale si intende realizzare il progetto;

-essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti non essendo in stato di scioglimento o liquidazione volontaria né sottoposta a procedure concorsuali;

– essere in regola con gli obblighi assicurativi e contributivi di cui al Documento unico di regolarità contributiva;

-non essere stato destinatario di altri finanziamenti a valere sugli avvisi ISI 2014, 2015, 2016 e ISI agricoltura 2016;

 

Cosa spetta alle imprese che partecipano al Bando ISI?

Asse di finanziamento Progetti Ammontare finanziamento Finanziamento massimo e minimo
Asse 1 1. Progetti di investimento Sull’importo delle spese ritenute ammissibili ai sensi dell’art. 9 del bando è concesso un finanziamento in conto capitale nella misura del 65%.

Il finanziamento è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’IVA.

Finanziamento massimo erogabile è pari a 130.000,00 Euro

Finanziamento minimo ammissibile è pari a 5.000,00 Euro

2. Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale Finanziamento massimo erogabile è pari a 130.000,00 Euro

Finanziamento minimo ammissibile è pari a 5.000,00 Euro

Per le imprese fino a 50 dipendenti non è previsto il limite minimo di finanziamento

Asse 2 3. Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (MMC) Finanziamento massimo erogabile è pari a 130.000,00 Euro

Finanziamento minimo ammissibile è pari a 5.000,00 Euro

Asse 3 4. Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto Finanziamento massimo erogabile è pari a 130.000,00 Euro

Finanziamento minimo ammissibile è pari a 5.000,00 Euro

Asse 4 5. Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (operanti nei settori del legno e della ceramica) Sull’importo delle spese ritenute ammissibili ai sensi dell’art. 9 del bando è concesso un finanziamento in conto capitale nella misura del 65%.

Il finanziamento è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’IVA.

Finanziamento massimo erogabile è pari a 50.000,00 Euro

Finanziamento minimo ammissibile è pari a 2.000,00 Euro.

Asse 5 6. Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli Sull’importo delle spese ritenute ammissibili ai sensi dell’art. 9 del bando è concesso un finanziamento in conto capitale nella misura del:

– 40% per la generalità delle imprese agricole;

-50% per i giovani agricoltori.

Il finanziamento è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’IVA.

Finanziamento massimo erogabile è pari a 60.000,00 Euro

Finanziamento minimo è pari a 1.000,00 Euro.

 

Quali spese sono ammissibili a finanziamento?

Le spese ammesse a finanziamento devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data del 31 maggio 2018. L’articolo 10 del bando specifica in dettaglio le spese non ammesse a finanziamento, tra le quali abbiamo:

  • dispositivi di protezione individuale ai sensi dell’articolo 74 del d.lgs. n.81/2008 s.m.i;
  • veicoli, aeromobili e imbarcazioni non compresi nel campo di applicazione del d.lgs. n.17/2010;
  • hardware, software e sistemi di protezione informatica fatta eccezione per quelli dedicati all’esclusivo funzionamento di impianti o macchine oggetto del progetto di miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza;
  • mobili e arredi;
  • ponteggi fissi.

Come si presenta la domanda?

Le domande devono essere presentate in modalità telematica.

Riepilogo delle principali scadenze, allegati e modulistica
19 aprile 2018 Apertura della procedura informatica per la compilazione delle domande
31 maggio 2018 Chiusura della procedura informatica per la compilazione delle domande
7 giugno 2018 Acquisizione codice identificativo per l’inoltro online

 

Quali sono i termini di realizzazione del progetto?

In caso di ammissione al finanziamento, il progetto deve essere realizzato (e rendicontato) entro 365 giorni decorrenti dalla data di ricezione della comunicazione di esito positivo della verifica.

 

Per maggiori informazioni

Punti di contatto

Per informazioni ed assistenza sul presente Avviso è possibile fare riferimento al numero telefonico 06.6001 del Contact center Inail.Il servizio è disponibile sia da rete fissa sia da rete mobile. Chiarimenti e informazioni sul presente Avviso possono essere richiesti entro e non oltre il termine delle ore 12:00 del 21 maggio 2018.

Pagina inail


←  Indietro