Sostegno dei Gruppi Acquisto Solidale (GAS)

Il

14

giugno


REGIONE PUGLIA: Bando Pubblico per il sostegno dei Gruppi di Acquisto Solidale (GAS) e per la promozione dei prodotti agricoli di qualità

Fonte

REGIONE PUGLIA – Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale ed ambientale

(Bollettino Ufficiale della Regione Puglia – n. 79 del 14-6-2018)

Obiettivi

Attraverso il bando la Regione Puglia intende sostenere e valorizzare le attività dei Gruppi di Acquisto Solidale (GAS) che abbiano un rapporto diretto con i piccoli produttori agricoli di cui al paragrafo 1, L.R. N. 43 DEL 13 dicembre 2012 n. 43 art. 1 comma 3, oltre a valorizzare e promuovere i prodotti agricoli da filiera corta, a chilometro zero, di qualità.

Finalità

Incentivare i piccoli produttori che si ispirano agli stessi principi, favorire il consumo e la vendita diretta ed in filiera corta, promuovere un’adeguata formazione dei consumatori su origine e specificità dei prodotti alimentari ed una maggiore trasparenza dei prezzi, al fine di salvaguardare la cultura e le particolarità dei singoli territori.

Localizzazione interventi

Intero territorio regionale

Beneficiari

GAS, di cui alla legge regionale 43/2012, quali le associazioni non lucrative costituite per acquistare e distribuire beni agli aderenti, senza alcun ricarico, con finalità etiche, di solidarietà sociale e di sostenibilità ambientale

Interventi

Gli interventi, finalizzati all’acquisto e alla distribuzione dei prodotti agroalimentari a filiera corta, a chilometro zero, di qualità, e che posseggano sistemi di tracciabilità, devono avere la durata massima di 18 mesi a partire dalla data di concessione del contributo. Le attività possono riguardare:

  1. azioni finalizzate all’avvio, gestione e potenziamento di mercati contadini auto-organizzati di vendita diretta da parte di “piccoli produttori agricoli” di “prodotti a chilometro zero”, secondo le definizioni di cui al paragrafo 1;
  2. azioni finalizzate alla diffusione della conoscenza delle tematiche relative all’economia solidale e ad attività di formazione e sensibilizzazione rivolte allo sviluppo delle attività solidali e del consumo consapevole;
  3. azioni finalizzate alla formazione dei consumatori su origine e tipicità e per garantire una maggiore trasparenza dei prezzi, al fine di salvaguardare la cultura e la specificità dei singoli territori;
  4. azioni finalizzate ad attività differenti rispetto alle precedenti categorie, comunque coerenti con le finalità della legge 3 dicembre 2012, n. 43, e dello statuto associativo.

Spese ammissibili

Sono considerate ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

  • personale;
  • materiale durevole;
  • materiale di consumo;
  • servizi e consulenze;
  • missioni, rimborsi spese;
  • spese generali, che non potranno essere superiori al 10% dell’importo complessivo del progetto

Intensità dell’aiuto

Il contribuito concedibile è determinato nella misura massima pari all’80% della spesa ammessa, e comunque non supera la somma complessiva di €. 20.000,00.

L’ammontare del progetto proposto non potrà comunque superare la somma complessiva di € 30.000,00.

L’IVA sugli acquisti, qualora realmente e definitivamente sostenuta dal beneficiario, può costituire una spesa ammissibile e potrà essere riconosciuta unicamente qualora si configuri come imposta non recuperabile, avuto riguardo alla natura del soggetto e al corrispondente regime fiscale applicabile.

Procedure per la presentazione della domanda e concessione del contributo

Per richiedere il contributo i GAS dovranno presentare apposita istanza indirizzata alla Regione Puglia – Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale e Ambientale – Sezione Competitività delle Filiere Agroalimentari, Lungomare N. Sauro 45 – Bari, comprovante il possesso dei requisiti così come indicati al paragrafo 4, e allegare tutti i documenti di cui al paragrafo 10, tra le quali un progetto redatto in conformità all’allegato 2.

La graduatoria delle istanze ammissibili sarà redatta in base alla sommatoria dei punteggi attribuiti e calcolati come da paragrafo 12

Tempi e scadenze

La domanda per accedere ai benefici deve essere presentata, a pena irricevibilità della domanda, all’indirizzo di Posta Elettronica Certificata sezione.filiereagroalimentari@pec.rupar.puglia.it entro e non oltre le ore 12,00 del 30° giorno successivo la data di pubblicazione del presente bando nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia. (Scadenza 14/07/2018).

C’è ancora tempo per presentare istanze di contributo per il sostegno delle attività dei GAS nel territorio regionale per l’anno 2018. Con det. n. 130 del 4 luglio, pubblicata sul BURP n. 96 del 19-07-2018, è stata proroga la scadenza entro e non oltre le ore 12,00 del 90° giorno successivo la data di pubblicazione del bando. Pertanto la nuova scadenza è ore 12.00 del 12 settembre
Scarica la Determina

 

Note generali

I contenuti del presente divulgativo non possono e non devono considerarsi esaustivi. Maggiori dettagli e procedure ufficiali di riferimento vanno presi dall’avviso pubblico scaricabile dal sito ufficiale www.regione.puglia.it


←  Indietro