Tesori di Carta

Categoria:
Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/terradei/public_html/wp-content/themes/gal/content-prodottitipici-turismo.php on line 26


 
Via San Salvatore, 17
 

DETTAGLI

CONTATTA LA STRUTTURA

Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy


Nota: tutti i campi sono obbligatori



DESCRIZIONE


TESORI DI CARTA di Pietro Balsamo

Nel cuore del centro storico di Francavilla Fontana (Brindisi), a pochi passi dalla cupola più alta del Salento,si trova la bottega della cartapesta “TESORI DI CARTA” di Pietro Balsamo. A pochi passi dalla centralissima piazza Umberto I° alle spalle dell’orologio,di fronte alla chiesa del Salvatore, prendono forma crocifissi, santi, madonne, figure popolari. Arte antica ,che si era persa nel secolo scorso con la scomparsa di Nicola Distante ultimo tra i cartapestai francavillesi dopo Vincenzo Zingaropoli e Pietro Paolo Pinca, grandi scultori che hanno dato tanto al patrimonio storico-artistico-culturale della città. La magia che si respirava una volta nelle botteghe, nel vedere realizzare una statua è possibile risentirla nel laboratorio “TESORI DI CARTA”. Oggi come ieri Pietro Balsamo realizza, nel rispetto delle fasi di lavorazione d’un tempo, figure sacre, rappresentazioni popolari, restauri. La statua prende le mosse da un manichino appositamente creato attorno ad un anima di ferro e quindi foderato con paglia, tenuta stretta da spago. Su di esso vengono montati testa, mani e piedi in terracotta per le produzioni di piccole dimensioni, in cartapesta per quelle di grandi dimensioni. Il manichino così realizzato si veste di carta, bagnata in colla di farina; fatto asciugare si procede a focheggiare la statua con ferri arroventati (si tratta di un antico procedimento che leviga ,toglie imperfezioni accentua pregi ) e infine si ingessa e si colora ad olio a tavolozza. Le opere di Pietro Balsamo si distinguono per l’accuratezza ed il gusto del dettaglio. In tempi in cui si è alla riscoperta dell’autenticità del gusto e del bello, quest’arte antica non è stata così moderna

RICETTE

 


TURISMO



ITINERARI


MASSERIE DIDATTICHE