Fase 2, verso la riapertura dei mercati

Il

15

Maggio


Ordinanza n. 235/2020 del Presidente della Giunta della Regione Puglia: disposizioni in materia di mercati per tutti i settori merceologici – alimentari, non alimentari e misti

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha firmato l’ordinanza n° 235 in materia di mercati per tutti settori merceologici: alimentari, non alimentari e misti. Le disposizioni avranno efficacia sull’intero territorio pugliese dal 18 maggio al 1 giugno. L’ordinanza segue quelle già emanate per altri settori che si preparano a ripartire, ossia la n. 234 per le attività di tatuaggio e piercing e attività dei centri per il benessere fisico; la n. 226 per i centri estetici, di bellezza, inclusi i saloni di acconciatura, consultabili nella pagina dedicata dalla Regione Puglia  in materia COVID 19.

Cosa prevede l’ordinanza

Secondo quanto stabilito dall’ultima ordinanza, le Amministrazioni comunali potranno procedere all’apertura dei mercati sul proprio territorio, per tutti settori merceologici: alimentari, non alimentari e misti. La condizione è che siano osservate e fatte osservare le misure di prevenzione e di sicurezza, previste nel provvedimento, assicurando il rispetto delle misure generali per la prevenzione della trasmissione del virus e in particolare, il distanziamento fisico, l’igiene delle mani e della persona, la pulizia e la sanificazione degli ambienti di lavoro e l’uso di dispositivi di protezione individuale laddove il distanziamento fisico non possa avere luogo nonché nel rispetto delle misure specifiche di seguito stabilite.

«Quest’ordinanza è il frutto di un percorso partecipato, che ha visto impegnati operatori, rappresentanti di categoria, sindaci e uffici regionali», ha commentato Emiliano. «È importante sì ripartire, ma sempre in sicurezza. Queste misure quindi devono sempre essere accompagnate da senso di responsabilità e grande attenzione verso sé stessi e gli altri».

Documenti tecnici INAIL

Oltre alle ordinanze Regionali, in vista della graduale apertura di tutte le attività l’INAIL in collaborazione con l’Istituto Superiore della Sanità (ISS) hanno realizzato ed aggiornano  dei documenti tecnici che forniscono raccomandazioni sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del nuovo coronavirus nella fase 2 nei vari settori economici. Gli ultimi emessi in ordine di tempo sono quelli relativi al settore della ristorazione e delle attività ricreative di balneazione. L’obiettivo è quello di garantire la ripresa dell’attività assicurando al tempo stesso la tutela della salute dei lavoratori e dei clienti. Le pubblicazioni, approvate dal Comitato tecnico scientifico il 10 maggio, si articolano in due parti: la prima dedicata all’analisi di scenario dei settori di riferimento e la seconda alle ipotesi di misure di sistema, organizzative, di prevenzione e protezione.

Di seguito al seguente link si possono consultare alcuni documenti che l’Istituto ha realizzato e volti a fornire un contributo informativo per la tutela della salute e sicurezza delle categorie di lavoratori che, per la peculiarità dell’attività professionale svolta, presentano un maggiore rischio di esposizione al virus. Le informazioni sono costantemente aggiornate tenendo conto dell’evoluzione della situazione.

Fonte:

Regione Puglia

INAIL

ISS


←  Indietro