Bando Misura 4 – Sostegno ad investimenti nelle aziende agricole (Operazione 4.1.A)

Il

1

giugno


Sono tante le modiche ed integrazioni apportante all’avviso pubblico relativo alla Misura 4.1 – Sostegno ad investimenti nelle aziende agricole Operazione 4.1.A – Sostegno per investimenti materiali e immateriali finalizzati a migliorare la redditività, la competitività e la sostenibilità delle aziende agricole singole e associate.

L’ultima è la DAdG n. 154 del 20 luglio del 2017 che, preso atto della DAdG n. 41 del 27/03/2017 con la quale sono state stabilite le date di avvio dell’operatività del portale regionale per l’implementazione dell’E.I.P. e dei nuovi termini di cui al paragrafo 13 dell’avviso; vista la DAdG n. 78 del 26/05/2017 con la quale è stato modificato ulteriolmente il termine di avvio del portale, considerato che sono pervenute da parte delle Organizzazioni professionali di categoria e dei tecnici in agricoltura numerose richieste di proroga, stabilisce quanto segue:

  • il termine finale di operatività del portale regionale per la compilazione dell’E.I.P. e per l’invio telematico dello stesso è fissato alle ore 12,00 del giorno 15/09/2017;
  • il termine finale di operatività del portale SIAN per il rilascio della Domanda di Sostegno (DdS) è fissato conseguentemente alle ore 24,00 del giorno 20/09/2017 ;
  • la documentazione di cui al par. 13 dell’avviso, come modificato con DAdG N. 36/2017,  deve essere inviata telematicamente entro e non oltre le ore 12,00 del 25/09/2017;
  • è confermato quanto altro disposto al par. 13 della DAdG n. 36/2017.

 

OBIETTIVI MISURA:

L’operazione mira a migliorare la redditività, la competitività e la sostenibilità delle aziende agricole attraverso:

  1. l’innovazione tecnologica, in particolare quella relativa all’introduzione di impianti, macchine, attrezzature e sistemi che migliorano la qualità dei prodotti e riducono i costi di produzione;
  2. la riconversione varietale e la diversificazione colturale delle produzioni agricole regionali;
  3. l’incremento del valore aggiunto attraverso l’integrazione orizzontale;
  4. il miglioramento della sostenibilità ambientale delle attività produttive aziendali;
  5. la riduzione dell’approvvigionamento energetico da fonti fossili con l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili come le biomasse, che comunque non possono derivare da coltivazioni dedicate;
  6. la realizzazione di interventi mirati al risparmio idrico e all’efficientamento delle reti idriche aziendali.

 

POTENZIALI BENEFICIARI

  1. Gli imprenditori agricoli singoli (Ditta individuale, Società di Persone, Società di Capitali, Cooperative agricole di conduzione, titolare/conduttore di un’azienda agricola) che intendono realizzare un progetto aziendale;
  2. Le Associazioni di agricoltori (1-le Organizzazioni di Produttori riconosciute ai sensi della normativa unionale, nazionale e regionale; 2– le Cooperative agricole; 3– Le Reti di Imprese o altre forme associate dotate di personalità giuridica e costituite da almeno 5 imprese agricole) che intendono realizzare un progetto collettivo interaziendale.

 

TIPOLOGIE DI INVESTIMENTO AMMISSIBILE

Sono ammissibili all’aiuto i seguenti investimenti:

  • costruzione ex-novo e ammodernamento di fabbricati rurali da utilizzare a fini produttiviagricoli e zootecnici;
  • acquisto o leasing con patto di acquisto di macchinari nuovi e attrezzature, compresi i programmi informatici, fino al valore di mercato del bene (gli altri costi connessi al contratto di leasing, come il margine del concedente, i costi di rifinanziamento interessi, le spese generali del locatore e le spese di assicurazione, non sono ammissibili) che favoriscono:
    1. l’aumento della produttività;
    2. la razionalizzazione e la riduzione dei costi;
    3. la riduzione del consumo energetico;
    4. la produzione di energia da fonti rinnovabili ad esclusivo uso aziendale.

(vedi pag. 17 del bando)

VOLUME INVESTIMENTO AMMISSIBILE

Agricoltore singolo: da un minimo di € 30.000 ad un massimo di € 3.000.000 con un intensità dell’aiuto che va dal 30% al 60% (vedi pag.23 del bando)

Ass. di Agricoltori: da un minimo di € 100.000 ad un massimo di € 4.000.000 con un intensità dell’aiuto che va dal 50% al 60% (vedi pag.23 del bando)

MODALITA’ E TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI SOSTEGNO E DELLA DOCUMENTAZIONE

  • I soggetti che intendono partecipare sono obbligati
    • alla costituzione e/o all’aggiornamento del fascicolo aziendale,
    • devono essere muniti di firma digitale e di PEC
  • Le Domande di Sostegno dovranno essere compilate, stampate e rilasciate utilizzando le funzionalità disponibili sul portale SIAN
  • L’accesso al portale SIAN è consentito a seguito di richiesta di abilitazione, su specifica modulistica, da presentare alla Regione Puglia secondo il Modello 1.

 

Se vuoi conoscere altre informazioni non espressamente citate in questo riassunto per facilitare la lettura del bando, come ad esempio:

  • condizioni di ammissibilità
  • impegni dei richiedenti
  • Altre spese ammissibili
  • spese non ammissibili

Visita la pagina dedicata  –> LINK


←  Indietro