Proroga Bando 2.3 “Ristrutturazione di attrattori turistici”

Avviso 2.3 - bando aperto

Il

1

Luglio


Proroga bando 2.3 “Ristrutturazione di attrattori turistici”

Viste le richieste di proroga pervenute agli uffici della segreteria di questo GAL da parte di alcuni professionisti incaricati alla compilazione delle Domande di Sostegno sul SIAN a causa delle problematiche tecniche riscontrate nell’operatività del portale e che persistono a ridosso della scadenza del rilascio della DdS fissata originariamente dall’avviso il giorno 29 luglio alle ore 12.00,

con Determina del RUP (Prot. n. 1108/2021) vengono prorogati i termini di rilascio DDS e presentazione del plico cartaceo come di seguito riportato:

  • Nuova scadenza per rilascio DDS: ore 12.00 del 6/08/2021;
  • Presentazione documentazione cartacea entro le ore 12.00 del 9/08/2021

Riapertura Bando intervento 2.3 “Ristrutturazione di attrattori turistici”

In seguito alla variante approvata con Determina dell’Autorità di Gestione n. 336 del 2021, l’avviso viene riaperto con le seguenti tempistiche

Tempi e scadenze

  • Inizio operatività del portale SIAN per rilascio DDS: 1 luglio 2021;
  • Inoltro dei modelli 1 e 2 entro il 27 luglio 2021;
  • Termine operatività del portale SIAN per il rilascio DDS: ore 12.00 del 29 luglio 2021;
  • Presentazione documentazione cartacea presso il GAL entro le ore 17.00 del 2 agosto 2021

Il bando è pubblicato sul BURP n. 84 del 1 luglio 2021

Scarica l’estratto del BURP

Il bando mira a valorizzare l’identità territoriale, privilegiando il riuso e la valorizzazione dell’esistente in un rinnovamento che si basa sulla conservazione e manutenzione del patrimonio storico-culturale, rendendo fruibili i contenuti e mettendo a disposizione della comunità locale e dei viaggiatori luoghi dove poter apprezzare e conoscere la cultura e l’identità della Terra dei Messapi, in una logica di fruizione responsabile e sostenibile nonché di integrazione con gli altri settori produttivi esistenti.


Presentazione del bando

Puoi trovare un webinar di presentazione del bando cliccando quì.

Scarica le slide di presentazione del bando utilizzate nella diretta Download scaricato 65 volte


Abstract del bando

L’avviso “Ristrutturazione attrattori turistici” si divide in due sotto-interventi aventi stesso obiettivo ma beneficiari, massimali e aliquote di copertura del contributo pubblico differenti.

Sotto intervento A – Enti Pubblici

  • Rivolto alle amministrazioni comunali del GAL Terra dei Messapi
  • Risorse finanziarie complessive: € 1.360.000,00
  • Massimale per singolo intervento: € 170.000
  • Copertura contributo pubblico: 100%

Sotto intervento B – Soggetti Privati

  • Rivolto alle persone fisiche, imprese, enti giuridici privati (quali ad esempio fondazioni) possessori di immobili localizzati nel territorio del GAL Terra dei Messapi
  • Risorse finanziarie complessive: € 125.451,07
  • Massimale per singolo intervento: 100.000
  • Copertura contributo pubblico: 60%

Cosa può essere co-finanziato:

  • Opere di recupero, restauro e risanamento conservativo di strutture, immobili e fabbricati di valore storico culturale e paesaggistico tipici del nostro territorio al fine di inserirli nell’offerta turistica integrata Smart land, da destinare anche all’informazione e alla valorizzazione del territorio dal punto di vista turistici/didattico. Sono compresi anche interventi di illuminotecnica per esaltare le caratteristiche architettoniche ed artistiche del bene oggetto dell’intervento;
  • Iniziative di valorizzazione dei beni di interesse artistico, archeologico, etno-antropologico, archivistico e bibliografico e altre testimonianze di antiche civiltà e dell’identità locale, anche attraverso l’uso di nuove tecnologie (App, Gamification, realtà virtuale/aumentata, ecc.);
  • Riqualificazione di piccoli musei e/o biblioteche per migliorare la presentazione delle raccolte museali e/o libri per renderli più attrattivi e interessanti per i turisti, anche con soluzioni dal forte contenuto innovativo;
  • Riqualificazione di archeologia industriale da destinare a spazi di co-working rurale, museo, ecc.;
  • Iniziative di illuminotecnica, per esaltare le caratteristiche architettoniche ed artistiche dei beni oggetto di intervento;
  • Iniziative di valorizzazione di porzioni di territorio (slarghi con annesse facciate, cortili, spazi pubblici e annesse facciate), con piccoli allestimenti di arredo urbano, sistemazione del verde, abbellimento, ecc… anche attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie o con tecniche di costruzione tipiche;
  • Recupero e valorizzazione di immobili, con annesse aree esterne da destinare a piccoli teatri, mostre, esposizioni, centri di aggregazione e integrazione sociale, compreso allestimento ed arredo anche attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie quali attrezzature audio, video, luci, ecc.;
  • Recupero di piccole emergenze di particolare e comprovato interesse artistico, storico e archeologico, o che rivestono un interesse sotto il profilo paesaggistico, poste nei pressi dei sentieri che compongono gli itinerari del territorio, anche attraverso interventi che consentano la fruizione o soluzioni innovative;
  • Piccole opere di manutenzione straordinaria sui sentieri di accesso alle emergenze storico-culturali e architettoniche, sistemazione delle aree pertinenziali, in modo da renderle pienamente fruibili ai turisti e creare piccole isole sensoriali;
  • Riqualificazione di aree pubbliche da destinare all’ampliamento della rete degli itinerari;
  • Riqualificazione di aree naturali e rurali (quali boschi, cave, siti di interesse paesaggistico, ecc.) a fruizione pubblica, quali a titolo meramente esemplificativo e non esaustivo: aree pic-nic, punti sosta, percorsi attrezzati per il walking, birdwatching, mountain bike, ecc.;
  • Interventi di riqualificazione di aree urbane e periurbane (ossia appezzamenti di terreni all’interno del comune o aree periferiche situate lungo gli itinerari del GAL o vicino ad emergenze di particolare pregio) per la realizzazione di orti didattici/sociali/urbani da assegnare ad associazioni con lo scopo di contribuire al recupero di aree abbandonate e come strumento di aggregazione sociale e sensibilizzazione sull’importanza della tutela dell’ambiente, dell’agricoltura sostenibile e della sana alimentazione;
  • Acquisto di piccoli mezzi di locomozione eco-compatibili (biciclette e carretti a pedali o elettrici, minibus, ecc., finalizzati alla fruizione del territorio rurale e realizzazione di punti di sosta per l’alimentazione dei mezzi di locomozione elettrica;

DOWNLOAD

  • Avviso pubblico Download 1,5 MB – Scaricato 131 volte
  • Allegati WORD Download 218,0 KB – Scaricato 88 volte
  • Allegati PDF Download
  • Mod. 1 “Autoriz. Accesso Fasc. Aziendale” e Mod. 2 “Autoriz. Accesso SIAN” Download

 

Tabella di raccordo allegati bando – Sotto intervento a) Download

Tabella di raccordo allegati bando – Sotto intervento B) Download

Schede riduzione e esclusione intervento 2.3 sotto-intervento A e B – Tabella di raccordo Download

 


Nota bene

Per partecipare al bando occorre preliminarmente aprire o aggiornare un FASCICOLO AZIENDALE attraverso un CAA. Ecco come fare:

Successivamente è necessario delegare un TECNICO per la compilazione della domanda di sostegno sul portale SIAN. La delega avviene attraverso la compilazione dei MODELLI 1 e 2. I modelli devono essere inviati via e-mail nei modi indicati dal paragrafo 13 del bando.

Materiale utile

OSLO MANUAL – Cap. 3 (ITA)“; OECD/EUROSTAT, 2018 Download

OSLO MANUAL (ENG)“; OECD/EUROSTAT, 2018 Download


←  Indietro